BE COMING

IL PRIMO EMOZIONANTE INCONTRO DEI TEAM BECOMING

“Il punto è che educare non significa condurre lungo una via già tracciata, ma, a partire dalle proprie radici, spingere verso la possibilità inedita di fare esperienza dell’apertura dei mondi”. M. Recalcati

La prima mattinata condivisa tra i team dei nidi e scuole dell’infanzia Becoming ha avuto questa centralità: aprire possibilità alle persone, soprattutto creare le condizioni per sentirsi parte di una realtà, che ha dei valori educativi molto forti, come l’outdoor education e l’importanza della progettazione in gruppo.

Per questo la mattinata si è svolta interamente al parco di Largo Marinai d’Italia, territorio delle esplorazioni quotidiane della Locomotiva di Momo e denso di opportunità per iniziare a condividere.

I team di Bum Bum, Happy Children, Il giardino di Bez sono stati ospiti dei luoghi della Locomotiva di Momo, accompagnati dalle pedagogiste che hanno progettato la mattinata con lo scopo di favorire la #conoscenza tra le persone e lo scambio di idee, pensieri ed emozioni sul far parte di Becoming.

La Locomotiva di Momo ha aperto le sue porte con la gioia di accogliere tante colleghe interessate a comprendere le scelte su spazi, materiali e documentazione.

E’ stato un inizio, molto partecipato e intenso di emozioni come possiamo ascoltare dalle voci del video e dalle testimonianze che qui condividiamo.

Ci sono viaggi che è bello iniziare perché sai che la loro bellezza è nel cammino e non solo nella meta, Becoming è uno di questi.

Grazie e buon viaggio a tutte le professioniste che ne fanno parte e che si stanno mettendo in gioco!

Cinzia D’Alessandro

 

Le testimonianze

“è bastata la mattinata di formazione alla Locomotiva di Momo e la possibilità di confrontarsi con chi questo nuovo approccio lo segue da più tempo e con il prezioso aiuto di Giovanna per sentirmi rassicurata, supportata e piena di energia positiva da mettere subito in pratica.
Già sull’autobus, sulla strada del rientro a casa dopo la formazione, io e le mie colleghe avevamo sguardi nuovi, più sereni, più carichi..ci siamo scambiate sensazioni e abbiamo iniziato ad immaginare fin da subito quali fossero i cambiamenti che avremmo voluto apportare al nido..con l’entusiasmo e la voglia di condivisione che questa giornata ci ha lasciato”.
Francesca, educatrice nido Happy Children

 

“Being new to La Locomotiva di Momo it was an amazing experience to feel part of this group of people where every idea and thought is valued and appreciated. I went away with the knowledge or better yet comfort that there is an incredible support system with an unimaginable amount of knowledge and experience to share as well as being part of a team of highly motivated and encouraging colleagues”
Michelle, assistant teacher La Locomotiva di Momo

 

“Un sabato mattina, una formazione, la creazione di un gruppo di lavoro che sceglie di “curare le radici” consapevoli che è proprio la cura dei dettagli a dar valore all’educazione.”
Federica, coordinatrice La Locomotiva di Momo

 

“L’idea di cambiare ci ha fatto arrivare alla Locomotiva di Momo con qualche timore di perdere le nostre sicurezze, ma l’ospitalità con la quale siamo state accolte e la suggestiva scoperta di un modo diverso di vivere la quotidianità con i bambini, ha smosso in noi l’interesse per reinterpretare il nostro contesto educativo. Nei giorni successivi abbiamo subito proposto alla pedagogista alcune idee per destrutturare e allestire l’ambiente sulla base della nostra visita a Momo.”
Educatrici Bum Bum Desio

 

“Nel momento in cui ci siamo trovati a condividere le nostre esperienze, i nostri vissuti e quelli che sono i nostri nidi ci siamo sentite accolte e comprese da chi come noi vive la quotidianità, le gioie e anche le difficoltà delle strutture educative: nidi differenti a confronto per crescere assieme. Appena tornate da quella mattinata, tutte noi eravamo piene di domande e curiosità che, con l’aiuto della pedagogista, abbiamo subito iniziato ad approfondire.”
Educatrici nido Bum Bum

 

“L’entusiasmo e la curiosità di scoprire come cresceremo è davvero tanta.”
Marta coordinatrice nidi Bum Bum

 

“Come supervisori pedagogici abbiamo condiviso l’impegno di partire dalle realtà dei servizi per favorire contesti di riflessione, intrecci, contaminazioni, domande per un nuovo e partecipato Becoming! Per questo abbiamo chiesto ad ogni team di portare un oggetto che parla della propria storia e ora diventa parte di un progetto più grande.”
Giovanna Ambrosone, pedagogista

Condividi su:
Menu